GIORNATE DELLA PREVENZIONE

News

Nuove Linee Guida per Diabete

Nuove Linee Guida per Diabete

NUOVE LINEE GUIDA PER DIABETE

Come ogni inizio d'anno, l'American diabetes association (Ada) ha pubblicato la nuova versione degli Standard of medical care, le linee guide per la gestione del diabete. Il voluminoso documento presenta alcune novità significative. «In...

Continua
Lampade Diffusori di Essenze

Lampade Diffusori di Essenze

L’IMPORTANZA DI PURIFICARE E PROFUMARE GLI AMBIENTI D’USO COMUNE E QUOTIDIANO

Vivere, lavorare o anche solo soggiornare brevemente in un ambiente che profuma di natura suscita sensazioni piacevoli e positive.  Quante volte ci siamo trovati a disa...

Continua
Contro il Diabete

Contro il Diabete

Contro il diabete, il caffè verde

Un estratto di caffè verde aiuta a controllare i livelli di zuccheri nel sangue e anche il peso corporeo: un modo per tenere a bada il diabete di tipo 2, e non solo

Un estratto del caffè (verde) può a...

Continua

Nuove Linee Guida per Diabete

NUOVE LINEE GUIDA PER DIABETE

Come ogni inizio d'anno, l'American diabetes association (Ada) ha pubblicato la nuova versione degli Standard of medical care, le linee guide per la gestione del diabete. Il voluminoso documento presenta alcune novità significative. «Innanzitutto» osserva Maria Chantal Ponziani, consigliere nazionale Amd (Associazione medici diabetologi) «in linea con gli attuali orientamenti della diabetologia, anche negli standard americani c'è una forte accentuazione della medicina centrata sulla persona: resta l'uso della Ebm ma con una individualizzazione della terapia condivisa con il paziente». Inoltre, prosegue Ponziani «c'è una grande attenzione allo stile di vita, in particolar modo all'attività fisica, probabilmente perché nella società americana il problema della sedentarietà è davvero di grande rilevanza». Sempre nell'ambito dello stile di vita è sottolineata l'importanza della cessazione del fumo. «Tra l'altro» afferma il diabetologo «a mia conoscenza è la prima volta che si rileva in una linea guida un riferimento alla sigaretta elettronica, non considerata valida alternativa all'abbandono del tabacco». Molta rilevanza è stato data a un punto spesso sottostimato, secondo Ponziani, ossia l'importanza di vaccinare i diabetici per l'influenza, lo pneumococco e l'epatite. «L'Ada ha poi cambiato l'obiettivo della glicemia preprandiale» prosegue. «Attualmente, nelle nostre linee guida questa deve essere tra 70 e 130 e quella post-prandiale sotto 160. Gli Standard americani l'anno scorso avevano mantenuto il valore a 70-130 pre-prandiale e <180 come post-prandiale. Quest'ultimo è rimasto invariato mentre il target preprandiale ora è 80-130 in quanto il valore di HbA1c inferiore a 7, indicativo di buon compenso, correla con 80 e non 70 di glicemia: in questo modo si tiene conto di un potenziale rischio ipoglicemico». L'algoritmo della terapia è sostanzialmente simile a quello dell'anno scorso ma già comprende e prevede il posizionamento di nuovi farmaci come i Sglt2 inibitori. «Un altro cambiamento consistente è l'accettazione da quest'anno, da parte dell'Ada, delle linee guide Acc/Aha per l'ipercolesterolemia senza valori target di colesterolo-Ldl ma basate solo sulla stratificazione del rischio. Inoltre è stato modificato il target della pressione diastolica - portato <90 - ritenendo non sufficienti le evidenze per mantenere il target <80. Saranno temi che susciteranno discussioni».

Lampade Diffusori di Essenze

L’IMPORTANZA DI PURIFICARE E PROFUMARE GLI AMBIENTI D’USO COMUNE E QUOTIDIANO

Vivere, lavorare o anche solo soggiornare brevemente in un ambiente che profuma di natura suscita sensazioni piacevoli e positive. 
Quante volte ci siamo trovati a disagio varcando la soglia di un ambulatorio medico o dentistico, di un ufficio o di una sala d’attesa? L’olfatto è un senso strettamente connesso con il benessere psicologico e ha il potere di determinare il nostro stato d’animo. Ecco perché purificare l’aria attraverso la diffusione di fragranze piacevoli in ambienti pubblici e privati suscita reazioni positive. Favorisce la concentrazione, rilassa, riduce lo stress, oppure risveglia la voglia di fare e la creatività. Rende più accoglienti e armoniose le abitazioni, i luoghi di lavoro e qualsiasi ambiente in cui si vive o si soggiorna fregiandolo nel contempo di un tocco originale e prezioso perché sa di natura. 
Non da ultimo l’azione purificante si concreta anche contrastando la carica batterica presente nell’aria, rendendo l’uso degli oli essenziali perfetto nei luoghi chiusi e affollati.

LA QUINTESSENZA DELLA NATURA HA IL PROFUMO DELLA VITA

Una scelta di oli essenziali adatti ad ogni stagione e puri al 100%. 
Estratti da piante che provengono da coltivazioni selezionate, biologiche o da raccolta spontanea, sono ottenuti tramite distillazione a vapore o spremitura a freddo.
Non contengono additivi o sostanze aggiunte come coloranti o conservanti. Le confezioni sono da 10 ml.

Purae-Essenze-1-Post

UN RESPIRO PROFONDO E RITROVI IL BENESSERE

La selezione di essenze e sinergie balsamiche Purae è la soluzione più efficace e naturale per purificare gli ambienti e aiutare la respirazione nella stagione invernale. 
L’azione balsamica, emolliente e protettiva degli oli essenziali che compongono questa selezione è consigliata per lenire i tipici mali di stagione ed è particolarmente indicata a chi fuma. 
Prodotti senza coloranti o conservanti. Le confezioni sono da 10 ml.

 Purae-Essenze-2-Post

ALCHIMIE DI NATURA DALL’EFFETTO PRODIGIOSO

Formulazioni esclusive, ciascuna studiata per una particolare esigenza di relax, benessere e vitalità. 
Note di testa, di cuore e di fondo sapientemente miscelate per creare delle vere e proprie sinfonie olfattive, ispirate dalla natura e dedicate a tutti gli ambienti e ai momenti della vita di oggi. 
Le confezioni sono da 10 ml.

Purae-Essenze-3-Post
GIORNO E NOTTE, L’AROMA CHE FA BENE AI BAMBINI

 

Formulazioni esclusive, create appositamente per donare ai bambini il relax e il benessere di cui hanno bisogno. 
Sinergie avvolgenti come un dolce abbraccio, per creare un’atmosfera serena, favorire il riposo tranquillo o per aiutare una corretta respirazione rinfrescando piacevolmente l’aria della stanza. 
Attraverso la rassicurante presenza della lampada diffusore a ultrasuoni, a basso consumo energetico, accompagnano le notti dei bambini con la magia di una luce soffusa che emana un’aroma delizioso.

Purae-Lampada-Bimbi-Post

UNA SPLENDIDA IDEA: LA LAMPADA A ULTRASUONI

Una fonte di luce che emana profumo? È il segreto delle lampade diffusore a ultrasuoni Purae. 
Grazie alle vibrazioni ultrasoniche l’acqua si combina con la fragranza prescelta, senza alterarla, creando un’impalpabile e piacevole atmosfera profumata che microumidifica l’ambiente in modo naturale. 
Le lampade diffusore sono facili e sicure da utilizzare, sono in vetro e ben si adattano ad arredamenti moderni o fusion. Di colore bianco opalino, illuminandosi assumono di volta in volta colorazioni diverse, rischiarando l’ambiente con una tenue e suggestiva sequenza cromatica. L’essenza viene diffusa in modo continuo per circa 8 ore e poi, esaurita l’acqua, la lampada si spegne da sola in totale sicurezza.

Contro il Diabete

Contro il diabete, il caffè verde

Un estratto di caffè verde aiuta a controllare i livelli di zuccheri nel sangue e anche il peso corporeo: un modo per tenere a bada il diabete di tipo 2, e non solo

Un estratto del caffè (verde) può aiutare a controllare i livelli di zuccheri nel sangue e, di conseguenza, il diabete di tipo 2. Foto: ©photoxpress.com/Dmitri MIkitenko

 

LM&SDP

Presentati al 245th National Meeting & Exposition of the American Chemical Society(ACS) che si tiene dal 7 all’11 aprile 2013 a New Orleans, i risultati di uno studio condotto sugli effetti dell’estratto di caffè verde. Ritenuto un antiossidante capace di controllare i livelli degli zuccheri nel sangue, controllare il peso corporeo, gli scienziati suggeriscono che sia utile nel trattamento e prevenzione del diabete di tipo 2.

Sarebbe l’acido clorogenico a mostrare spiccate proprietà antiossidanti utili nel controllo del diabete di tipo 2, la più comune e sempre più diffusa forma di questa patologia.
«Una semplice pillola naturale o capsula – ha spiegato il dottor Joe Vinson, dell’Università di Scranton in Pennsylvania e autore principale dello studio – che contribuiscano da un lato al controllo dello zucchero nel sangue e a favorire la perdita di peso allo stesso tempo, sarebbe un importante passo avanti nel trattamento del diabete di tipo 2».

«La nostra ricerca – ha aggiunto Vinson – e studi pubblicati da altri scienziati, suggeriscono che tale trattamento, in effetti, ci sta. Ci sono una significativa evidenza epidemiologica e altre evidenze che il consumo di caffè riduce il rischio di diabete di tipo 2».

Gli Acidi clorogenici non si trovano soltanto nel caffè verde (ossia non torrefatto), ma sono una famiglia di sostanze attive che troviamo naturalmente anche in mele, ciliegie, prugne, prugne secche, così come altri frutti e ortaggi. Tuttavia, lo studio si è concentrato sugli effetti di un integratore alimentare a base di estratto di caffè verde.
L’utilizzo del caffè verde non torrefatto è spiegato dal fatto che la torrefazione, a causa delle alte temperature utilizzate, danneggia gli acidi clorogenici che, invece, restano attivi e inalterati nei chicchi di caffè verde.

Lo studio ha visto il coinvolgimento di 56 soggetti adulti ambosessi con normali livelli di zuccheri nel sangue. I partecipanti sono poi stati sottoposti a un test di tolleranza al glucosio, per valutare come questi rispondevano agli zuccheri. Dopo di che, sono stati invitati ad assumere, rispettivamente e nel tempo, 100, 200, 300 o 400 mg di estratto di caffè verde in capsula.
I successivi test di tolleranza al glucosio, eseguiti durante il follow-up, hanno mostrato come l’estratto di caffè verde avesse influenzato le risposte fisiologiche dei partecipanti.

«C’è stato un significativo effetto dose-risposta da parte dell’estratto di caffè verde e senza apparenti effetti collaterali gastrointestinali – ha sottolineato Vinson – Tutte le dosi di estratto di caffè verde hanno prodotto una significativa riduzione degli zuccheri nel sangue rispetto a quanto misurato prima dell’inizio dei test. La glicemia massima verificata a 30 minuti è stata del 24 per cento inferiore all’originale con i 400 mg di estratto di caffè verde e la glicemia a 120 minuti è stata del 31 per cento più bassa».

L’estratto di caffè – in questo caso – ma comunque l’acido clorogenico, ha pertanto mostrato di avere reali effetti nel controllo della glicemia. In uno studio precedente, Vinson aveva già scoperto che le persone in sovrappeso o obese che hanno assunto questo stesso estratto erano riuscite a perdere circa il 10 per cento del loro peso corporeo in 22 settimane.